Aspirazione

Group for European Development ha l’obiettivo di fornire stage di qualità per 100 studenti all’anno in una regione spopolata in Europa. Questo progetto è stato sviluppato in modo tale che l’iniziativa possa essere autonomamente gestita dalle comunità locali, scuole ed enti locali dopo tre anni. Dopo tre anni Group for European Developement si concentrerà su una nuova regione spopolata. Se si riescono a stabilire due supervisori a tempo pieno e una adeguata rete di supporto nel paese ospitante, si potrebbe aumentare il numero di studenti a 150 all’anno. Anche se il numero di studenti partecipanti è diviso in diversi gruppi durante l’anno, ci sono sempre studenti nella fase preparatoria (subito dopo la selezione), e nella fase finale che necessitano attenzione e sostegno. Questi studenti sono dunque sotto la supervisione di Group for European Development. Questo significa che in ogni momento dell’anno 100 studenti saranno sono supervisione.

Durante il processo la direzione e guida del progetto sarà in parte data a volontari (stagisti precedenti, insegnanti/professori, e altri parti interessate) in modo tale da garantire che gli studenti siano seguiti e aiutati il più possibile. Questo supporto sarà visibile alla fine del primo anno di stage nella regione spopolata.

Il numero di regioni verrà raddoppiato ogni tre anni. Una volta iniziate le operazioni nella prima comunità ospitante, si potrà cominciare il programma in una nuova zona spopolata. A seconda dello scopo e delle caratteristiche della zona spopolata saranno possibili diversi progetti. Il primo anno verrà utilizzato per scambiare idee e informazioni (organizzazione e piano d’azione) con il paese ospitante.

Nel 2006, l’agenzia di stage (Ex­change) di cui faceva parte l’ideatrice del Group for European Development (Jacomien Kooiker), vinse il primo premio per miglior agenzia di stage nei Paesi Bassi. Il premio venne consegnato da Mark Rutte, che attualmente è primo ministro dei Paesi Bassi. Inoltre ci sono molti studenti che hanno vinto premi (miglior studente dell’anno, Premio per l’Innovazione alla Università di Eindhoven, ecc.). Il Gruppo per lo Sviluppo Europeo ha l’ambizione di aumentare la sua visibiltà nelle comunità e con gli studenti che in questo modo possono avere l’opportunità di vincere premi. Tutto questo non per vanità, ma per aumentare i fondi per queste iniziative, per aumentare gli stage e far capire quanto siano necessari progetti del genere.

Qualora sia possibile, Group for European Development ha l’ambizione di offrire le stesse opportunità a studenti con disabilità. In ogni caso verrà valutata la possibiltà di effettuare lo stage richiesto. Lo stesso criterio verrà applicato a studenti di minoranze culturali, poiché Group for European Development promuove e sostiene l’uguaglianza e la diversità culturale di tutti i partecipanti. Il progetto vuole inoltre che ci sia un’equilibrata partecipazione di studenti e studentesse di ambo i sessi (anche se nel primo anno del progetto questo potrebbe essere difficile da ottenere). 

Afbeelding1

Primo Premio per Miglior Organizzazione di Stage nei Paesi Bassi nel 2006. A destra il Primo Ministro Mark Rutte. Terza da sinistra, la promotrice e iniziatrice di Group for European Development, Jacomien Kooiker.